Vele
Instagram

Canoe

Costruire una canoa è stata un’autentica rivelazione. Richiede, su scala ridotta, la stessa cura di una barca e presenta le stesse difficoltà, in relazione al metodo prescelto. Ma operativamente ogni cosa è più agevole, dovendo maneggiare componenti notevolmente più leggeri e di dimensioni più contenute. Inoltre, cosa non trascurabile, il tempo di realizzazione è molto ridotto e, conseguentemente, lo diventa anche il rischio di calo dell’entusiasmo e dell’abbandono del progetto. E la soddisfazione finale, posso garantirlo, rimane praticamente intatta (se ben fatta, attira gli stessi sguardi pieni di ammirazione e desiderio!).

”canoa

Anche questa canoa esce dalla matita di I. Oughtred, ed impiega le stesse tecniche costruttive del dinghy mostrato nella pagina precedente. Compensato di okumè da 4 mm e mogano i materiali utilizzati. Concepita per uso singolo, ha lunghezza di 3.7 m e la larghezza di 71 cm. Il peso varia in funzione dei materiali e degli allestimenti interni. L’esemplare qui mostrato ha un peso di quasi 20 kg, ma rinunciando ai gavoni stagni e usando un legno più leggero per il listellame ed il pagliolato, si può risparmiare qualche chilo. La doppia punta e la presenza di una sottile chiglia esterna conferiscono buona direzionalità. Anche la pagaia, di 2.40 m a pale sfalsate, è realizzata conformemente ai disegni.

”canoa”

Quasi 3.90 m di lunghezza e circa 92 cm di larghezza sono le dimensioni di questa canoa, costruita col metodo “cuci e incolla”. Una tale larghezza è giustificata dal bisogno di stabilità per l’uso a vela e, naturalmente, rende non ottimale la navigazione a pagaia, per la quale si rende necessario un sedile rialzato. I piani sono semplici e intuitivi, e permettono adattamenti e personalizzazioni delle disposizioni interne. Ho “maltrattato” questo esemplare per sperimentare alcune soluzioni scelte dal progettista e per saggiarne la solidità. Anche in due, va senza problemi. I piani mi sono stati forniti dalla BCA di Milano su licenza della inglese Selway Fisher.

”canoa

Per ridurre il peso e gli ingombri ho realizzato quest’altra piccola canoa a vela: 3.33 m di lunghezza, 90 cm di larghezza e 20 kg di peso. Rispetto alla versione precedente questa ha un piccolo specchio di poppa ma lo spazio interno è rimasto praticamente invariato. Ho preferito la classica deriva a ghigliottina al tipo esterno generalmente usato sulle canoe a vela, senza avere grossi problemi di spazio e con un'efficienza decisamente migliore dovuta anche alla maggiore rigidità. Ideale per acque riparate, riesce a planare allegramente anche con vento leggero. Molto divertente e stabile, considerate le dimensioni, grazie al centro velico basso.

”canoa

Cris 3.2 è una canoa essenziale: è realizzata con compensato di okumè da 4 mm impiegando il metodo cuci-incolla. Si compone di un pannello di fondo e due pannelli per ciascun lato. Con i suoi 3.2 metri di lunghezza e 15 kg di peso si maneggia con grande facilità. Gli elementi strutturali sono in mogano Sapelli.

”paddle

Non è una canoa, non è una barca; un ‘S.U.P.’, che nel variegato mondo degli acronimi indica una tavola (board) su cui si pagaia in piedi (Stand-Up Paddling). Un capriccio costruttivo che intendevo verificare. In realtà sembra essere interessante anche per usi alternativi: si può pagaiare seduti, si porta agevolmente al traino facendo snorkeling, potendo contare su un sicuro appoggio, si può prendere il sole a distanza dalla spiaggia, magari pescare sottocosta. 3.5 m di lunghezza, 75 cm di larghezza e circa 16 kg di peso, si risale dall’acqua con estrema facilità.

Una canoa a vela, poi, può trasformarsi in una vera goduria, per certi aspetti anche superiore a quella che deriva da una barca: niente carrello di traino, la si mette in acqua praticamente ovunque e senza aiuto, si possono raggiungere insenature inaccessibili a barche di dimensioni maggiori, la si ripone in pochissimo spazio o addirittura appesa ad un muro in garage, costa poco costruirla e ancor meno averne cura. E se cala il vento, pagaia al seguito, a casa si torna sempre. Vale la pena provare, e può costituire un ottimo inizio.

Copyright 2015. All Rights Reserved.